Vai ai contenuti

Pernice di mare

Avifauna > Laridi
Pernice di mare - Glareola pratincola (Linnaeus, 1758)
Capo Feto _ Mazara del Vallo (TP)
Dal Delta del Po al Golfo di Oristano e Cagliari, la Pernice di mare abita alcune tra le più importanti aree umide del nostro Paese. Migratrice, sverna in Africa a sud del Sahara, mentre altre aree di nidificazione di questa sottospecie vanno dall’Europa meridionale in genere fino a Nord Africa, Iran e varie zone dell’Asia centrale (Kazahstan e Pakistan).
Rara e localizzata – come rari e localizzati sono gli ambienti umidi adatti ad ospitarla – la Pernice di mare deve il suo nome alla conformazione del becco, corto e ricurvo, mentre altri aspetti quali la forma dell’uccello e il comportamento in volo sono più simili ad altre specie che alla Pernice comune da cui deriva il suo nome italiano.
Amante di ambienti umidi pianeggianti, con vegetazione rada o assente, la Pernice di mare predilige le paludi costiere ove vi sia ampia disponibilità di cibo per completare l’intero ciclo riproduttivo. Insetti, ma anche ragni e cavallette, compongono il “piatto” principale della dieta di questo uccello, che nidifica in primavera tra Europa e Africa ma trascorre l’inverno molto più a sud, nell’Africa subsahariana.
Lungo circa 22 cm, si distingue – oltre che per la particolare conformazione del becco – per il colore bruno olivastro del dorso e per il collare nero che circonda ed evidenzia un ampia macchia giallastra posta sul collo. Da rilevare come questo caratteristico collare sia presente solo durante la stagione riproduttiva, mentre durante il resto dell’anno si confonde con il resto del piumaggio.

Sono pochi gli elementi del comportamento e della forma di questo uccello a ricordare la Pernice vera e propria. Eppure, è a causa del becco, corto e ricurvo, che gli è stato assegnato il nome di Pernice. Di mare, naturalmente, essendo questo uccello abituato a colonizzare le aree umide prossime alle zone costiere, prive di vegetazione densa e con ampia disponibilità di cibo. Inutile ricordare quanto gli habitat con queste caratteristiche siano sempre meno, nel nostro come in tutti i Paesi dell’Europa meridionale che ospitano popolazioni importanti di questa specie…

Descrizione scientifica da:   
Capo Feto _ Mazara del Vallo (TP)
Capo Feto _ Mazara del Vallo (TP)
Tutte le immagini presenti nel sito sono di proprietà esclusiva dell'autore e soggette alle leggi sul copyright ©2010-2023
Torna ai contenuti