Dactylorhiza maculata subsp. saccifera - amatafoto

Vai ai contenuti

Menu principale:

Dactylorhiza maculata subsp. saccifera

Orchidee > Dactylorhiza specie

Dactylorhiza maculata subsp. saccifera  (Brongn.) Soó, 1962
Parco dei Nebrodi   giugno-luglio 2012

Questa pianta, fondamentalmente glabra, è alta da 25 a 90 cm. La forma biologica è geofita bulbosa (G bulb), ossia è una pianta perenne erbacea che porta le gemme in posizione sotterranea. Durante la stagione avversa non presenta organi aerei e le gemme si trovano in organi sotterranei chiamati bulbi o tuberi, organi di riserva che annualmente producono nuovi fusti, foglie e fiori. È un'orchidea terrestre in quanto contrariamente ad altre specie, non è “epifita”, ossia non vive a spese di altri vegetali di maggiori proporzioni.
Le radici sono fascicolate e secondarie da bulbo, e si trovano nella parte superiore dei bulbi.
Parte ipogea: la parte sotterranea del fusto è composta da due tuberi palmati ognuno più o meno profondamente diviso in più lobi o tubercoli (caratteristica peculiare del genere Dactylorhiza); il primo svolge delle importanti funzioni di alimentazione del fusto, mentre il secondo raccoglie materiali nutritizi di riserva per lo sviluppo della pianta che si formerà nell'anno venturo.
Parte epigea: la parte aerea del fusto è eretta, cilindrica e piena (non cava); la superficie è striata. Alla base sono presenti delle lunghe guaine (foglie radicali atrofizzate). È fogliosa fino all'infiorescenza. Nella parte alta può essere arrossata.
Distribuzione: la diffusione maggiore di questa orchidea si ha in Sicilia e Italia del sud (forse in Sardegna e comunque in Corsica)). Fuori dall'Italia è diffusa dal centro del bacino del Mediterraneo fino alla Mesopotamia
Habitat: l'habitat tipico di questa pianta sono i boschi di latifoglie e i boschi cedui umidi, oppure i prati bagnati. Il substrato preferito è calcareo con pH basico su terreno bagnato.
Distribuzione altitudinale: sui rilievi queste piante si possono trovare da 200 fino a 1850 m s.l.m.; frequentano quindi i seguenti piani vegetazionali: collinare, montano e in parte subalpino.


Descrizione scientifica da:  http://it.wikipedia.org/wiki/Dactylorhiza_maculata_saccifera


 
Torna ai contenuti | Torna al menu